Cow

 

Afa, terra e polvere in un Sud dimenticato. Moltitudini.Un numero accanto ad altri.
Trafile senza increspature.

Due occhi sono pronti. Sebbene pesanti, immensamente pesanti.
Contro ogni legge, possibilità, speranza. Scavalcano un alto recinto.

Quegli occhi si colorano di libertà. E cominciano a correre, correre, correre.
Insieme ad un corpo che con sorpresa si rivela.

Clandestinamente giungono alla città, dove i passanti sorridono e i cuori si aprono.

L’Autorità giunge per ripristinare l’ordine, ma gli uomini dicon no.
Sentono una compassione radicale negli occhi di quell’essere.
Si son ricordati di essere umani.

Ed io, con dolcezza li ringrazio.

 

Leave a Comment