Cravatta

  • by

 

Oggi un bel pianto, sentito, vivo e straziante.

Lacrime ricche di trent’anni, tenute in cantina sottochiave.

All’umido insieme ad un cane che abbaiava.

Oggi ho ritrovato la chiave ed ho aperto un portone di ebano.

C’era anche mio zio che per piangere si era messo la cravatta rossa.

Che finalmente usò. Come fazzoletto.